Tempo di invocare la fortuna!

  • Ricerca Editori Bersaglio: fatto!
  • Creazione Sinossi: fatto!
  • Revisione definitiva: fatto!
  • Invio a prima selezione di editori bersaglio: fatto!

Eh sì! Tutto quello che era in nostro potere è stato fatto, grazie anche al preziosissimo aiuto di chi ci ha sostenuto e dei magnifici cinque lettori volontari! Adesso che una prima tranche di editori bersaglio (Salani, Giunti, Mondadori) sta ricevendo via email il "pacchetto CdA", dobbiamo tutti unirci e... invocare la Dea Fortuna! Dita incrociate, amuleti, portafortuna, formule magiche (rigorosamente bianche!), telepatia, qualunque cosa serva va bene ed è accettata!

Non ci fermeremo, naturalmente, e altri invii sono in vista, ma voi non dovete mollarci: la campagna social #uneditoreperilcarrodiapollo non può fermarsi finché il Carro di Apollo non avrà visto luce nelle librerie e... anche oltre!

 

 

Servi tu!

Un grande grazie a tutte le persone che hanno inviato la loro candidatura

e particolarmente a quelle che sono poi diventate i 5 lettori!

 

Sì: servi proprio tu! Il Carro di Apollo ti sta urgentemente cercando e puoi essergli prezioso quanto il ciondolo di Davide Torvani!

Di cosa abbiamo bisogno? Di 5 volontari che leggano e valutino la sinossi che sta per essere inviata agli editori selezionati.

I volontari devono avere questi requisiti:

  • non aver letto in anteprima il romanzo
  • avere la passione per la lettura
  • possedere spirito di osservazione
  • non avere pregiudizi di sorta su orientamento sessuale e affini
  • avere la disponibilità a svolgere questo delicato compito in tempi strettissimi

I 5 prescelti tra i candidati volontari riceveranno la sinossi e saranno chiamati a valutare costruttivamente per iscritto, tramite scheda apposita, 4 punti chiave:

  1. il potere della sinossi di incuriosire il lettore verso la lettura dell'intero romanzo
  2. la chiarezza nella presentazione della successione dei fatti
  3. l'adeguatezza nella delineazione dei personaggi principali
  4. l'efficacia nel tratteggiamento dell'atmosfera del romanzo

A fianco di ognuno dei 4 punti chiave dell'opera di valutazione, i 5 lettori dovranno annotare dei consigli per correggere le eventuali criticità da essi riscontrati!

I 5 lettori dovranno costantemente tenere conto della peculiare forma narrativa che è la sinossi, ovvero la necessità di descrivere appunto fatti, personaggi e clima psicologico in max 2-3 pagine riportando in essa l'essenza del romanzo.

 

Ti suggeriamo di leggere, se non lo hai già fatto, tutte le sezioni di questo sito che possono aiutarti a comprendere se hai voglia o no di candidarti a questo ruolo, ovvero quelle di Trama, Protagonisti e Anteprima: serviranno a darti un'idea generale del romanzo e a capire se può o no rientrare nel raggio d'interesse delle tue letture.

 

Tutto chiaro? Pensi di avere i requisiti e hai voglia di aiutarci a fare la migliore delle figure possibili con gli editori?

Manda la tua candidatura a lettore volontario tramite questo modulo; sarà nostra immediata cura e nostro urgente interesse risponderti a stretto giro e - in caso tu sia proprio ciò che cerchiamo - aprirti l'accesso esclusivo alla sinossi da valutare e  alla scheda di valutazione.

 

Grazie di cuore a tutti coloro che vorranno mettere mano alla tastiera per sostenere il Carro di Apollo!

 

NB l'attività di lettore della sinossi è da intendersi a titolo totalmente gratuito, in segno di sostegno al Romanzo e alla sua autrice. I 5 lettori verranno citati meritatamente nella sezione dei ringraziamenti quando Il Carro di Apollo sarà pubblicato.

Bersaglio puntato!

Eccoci! Credete forse che in queste settimane di silenzio ce ne siamo stati con le mani in mano, demordendo dal nostro intento?

A S S O L U TA M E N T E   N O!

Al contrario: abbiamo impiegato in una delle attività più delicate del nostro progetto, ovvero lo studio e la valutazione delle Case Editrici da trasformare nel bersaglio di un primo invio del manoscritto de Il Carro di Apollo!

Avete idea di quante case editrici ci siano in Italia? No? Beh, neanche noi prima di cimentarci in questa titanica ricerca: tra le 5000 e le 7000! Sconvolgente, no?

Ovviamente, un buon numero sono episodi di qualche mese, meteore che presto scompaiono; altre fanno parte della famigerata categoria di Editori a pagamento; le restanti, invece, sono no eap (no editoria a pagamento). Su queste ultime si è appuntata la nostra opera di selezione.

I criteri che abbiamo utilizzato nella valutazione sono stati:

  • la visibilità dell'editore
  • il range di distribuzione nelle librerie
  • l'attenzione dell'editore verso le autrici donne
  • la coerenza de Il Carro di Apollo con il catologo proposto dalla Casa
  • l'apertura reale della Casa Editrice alla recezione di manoscritti inediti

Incrociando questi fattori, e con la perenne idea che Il Carro di Apollo possa permettersi di puntare al meglio, abbiamo infine scelto queste case editrici:

  • Mondadori
  • Salani
  • Giunti
  • Sellerio

Nei prossimi giorni, quindi, partiranno alla volta di questi editori le email da parte de Il Carro di Apollo, contenenti il "Pacchetto CdA" con:

  • lettera introduttiva
  • sinossi del romanzo
  • scheda di presentazione
  • biografia dell'autrice
  • manoscritto intero (un estratto, nel caso di Salani)

Naturalmente, da quel momento la campagna Sceglimi si intensificherà su questi bersagli tramite i canali già provati!

E ci aspettiamo che tutti voi continuate ad aiutarci con il vostro supporto e che incrociate forte le dita per noi!

Vi aggiorneremo!

 

#uneditoreperilcarrodiapollo!

I grandi sogni hanno bisogno di grandi forze per realizzarsi! Ed è per questo che da oggi chiediamo a voi, Amici e Curiosi, di aiutarci attivamente a creare attorno a Il Carro di Apollo il clamore necessario ad attirare l'attenzione degli Editori Bersaglio. Vi chiediamo di farvi ambasciatori del nostro sogno, con gli strumenti a vostra disposizione: i Social!

Il bollino qui accanto, "Io sostengo", può e deve diventare protagonista virale della rete grazie alla vostra creatività e perseveranza. Potete utilizzarlo in due modi:

  • digitalmente sulle vostre bacheche di Instagram e/o Twitter taggando gli Editori Bersaglio e con l'hashtag #uneditoreperilcarrodiapollo
  • oppure potete scaricare la versione da stampare per creare la vostra campagna: applicate il bollino su oggetti e/o scene di vita quotidiana, scattate la foto condita di una bella didascalia e caricate il risultato sempre su Instagram e Twitter o quello che vi viene in mente con l'hashtag #uneditoreperilcarrodiapollo.

Volete unirvi ad un grande sogno? Volete esserci complici ed alleati in questa campagna di entusiasmo e passione?

Contatteci per qualsiasi domanda o idea e saremo felici di avervi con noi nella marcia del Carro di Apollo verso l'Editore!

Gli Editori Bersaglio!

Dopo un'attenta analisi sul campo delle librerie e dei siti web, abbiamo individuato gli Editori Bersaglio della nostra campagna Sceglimi. Non crediate che sia un mero elenco di alcune tra le più importanti case editrici: è il frutto di un'accurata cernita basata sui parametri di: visibilità, affidabilità, distribuzione e parco libri.

Ed ecco i nostri Editori Bersaglio(*):

Che dite, è fattibile? Noi crediamo di sì, perché "focalizzare dettagliatamente il bersaglio" aiuta a colpirlo con precisione!

 

 

(*) l'ordine è assolutamente di preferenza ;-)

0 Commenti

Il Carro di Apollo approda su Twitter!

Le fasi del progetto "Sceglimi" si susseguono e adesso Il Carro di Apollo ha anche il suo profilo su Twitter! L'obiettivo è sempre quello: suscitare una valanga di curiosità intorno al romanzo, tale da attirare la spontanea attenzione degli Editori!

Gli altri strumenti sono, ve lo ricordiamo, questo sito e la pagina Instagram.

Invitiamo tutti voi a seguirci su questi canali e a coinvolgere parenti, amici, amici di amici, fruttivendoli, panettieri, portieri, conoscenti, vicini di semaforo e chi più ne ha più ne metta!

Vi aspettiamo in tanti, sempre con il motto:

"Il Carro di Apollo cerca te!".

0 Commenti

La storia del Carro di Apollo

Prima copertina del romanzo: 1997
Prima copertina del romanzo: 1997

Il Carro di Apollo è giovane nell'anima, ma il suo concepimento risale a un certo numero di anni fa: addirittura al 1997. In quell'anno, la sua autrice - ancora giovincella... - leggeva l'annuncio di un concorso per gialli indetto da una nota rivista italiana. Sebbene le storie da lei ideate fino a quel momento (ben 58!) fossero state connotabili all'interno della narrativa sentimentale, sempre tra le righe erano comunque emersi elementi di suspense. Probabilmente proprio per questa tendenza latente, Patrizia accolse il richiamo di quel bando e decise di cimentarsi con un giallo. Le fu subito chiaro che, ancora una volta, la sua vena creativa non sarebbe stata in grado di limitarsi ai canoni di un solo genere, alimentando piuttosto la narrazione con le varie sfumature dell'essere che connotano le persone (da qui il suo definire il proprio genere narrativo come multicolore)

L'idea de Il Carro di Apollo partì dalle sue conoscenze psicologiche da neolaureata sui disturbi del sonno: la narcolessia era un mondo che la affascinava! Nasce così il

Copertina della versione 2008 del romanzo
Copertina della versione 2008 del romanzo

primo protagonista della storia: Luca Magliari. Ebbene sì, nonostante - leggendo il romanzo - si sia portati a credere che Stefano Cori sia stato lo spunto ispirativo, il nostro bell'investigatore viene partorito dalla fantasia dell'autrice solo dopo, quando le idee vanno alla ricerca di un'antagonista per Luca!

Non solo! Nel primo concept schematico della trama, gli equilibri narrativi e lo svolgimento verso la fine prevedevano ben altro andamento, così che i buoni erano in origine i cattivi e viceversa! Soltanto che, come sempre le accade, una volta creati e definiti i personaggi, questi seguono le loro strade e se ne infischiano bellamente delle indicazioni primarie per dare forma ad un nuovo concept. Personaggi ribelli!

Primo concept della copertina nella versione 2016
Primo concept della copertina nella versione 2016

A quel concorso, il romanzo non arrivò mai in realtà, poco adatto - nel giudizio dell'autrice - agli standard di una rivista settimanale femminile di quel periodo. Negli anni successivi, invece, fu sottoposto all'attenzione di altre persone, che ne furono entusiaste: comitati di lettori critici, che diedero ottimi consigli per alcune modifiche; altri autori più esperti che se ne innamorarono; editori che lo accolsero con volontà di pubblicazione, fatta salva la necessità di modificare un paio di dettagli inerenti il protagonista. Eh sì, sebbene il romanzo affascinasse, l'idea che Stefano Cori fosse gay bloccava gli editori! E l'idea che l'omosessualità di Stefano bloccasse gli editori bloccava l'autrice dall'accettare le proposte - a suo giudizio omofobe - di pubblicazione. Nella vita è questione di priorità!

Copertina ufficiale dell'edizione definitiva, 2017
Copertina ufficiale dell'edizione definitiva, 2017

Negli anni a venire, l'autrice - pur continuando a scrivere altre storie, tra cui il Magnifico Demiurgo, protagonista di una meravigliosa avventura di Self Publishing, approdata persino al festival "Una Marina di libri" - torna di tanto in tanto sul Carro di Apollo - indubbiamente tra i suoi favoriti! - apportando via via delle modifiche che non toccano la storia, ma sicuramente cesellano maggiormente i protagonisti - Stefano in primis - rendendoli più veri e definiti nel linguaggio, negli atteggiamenti e nelle peculiarità.

Si arriva così al dicembre del 2016, il momento in cui Stefano & Co. si sentono armati di tutto punto per finalmente calcare il campo di battaglia! Dal nuovo concept grafico alla definizione dei personaggi, dei dialoghi e delle sfumature narrative, Patrizia sente e sa che davvero adesso Il Carro di Apollo è pronto per il mondo. Anzi, meglio:

che il Mondo è pronto per il Carro di Apollo!

E nel gennaio del 2017 si parte con il progetto "Sceglimi, campagna di edizione per un romanzo in cerca di Editore", curata da Ljus av Balarm.

Più pronti di così!

0 Commenti

Il Carro di Apollo sbarca su Instagram!

anteprima della pagina instagram del romanzo Il Carro di Apollo

Per una Campagna mediatica ad ampio raggio non può certo bastare un sito internet! Ed ecco perché da oggi il romanzo "Il Carro di Apollo" ha un profilo instagram tutto suo.

Ciò che amiamo di Instagram e che ce lo ha fatto scegliere primo fra altri è la sua immediatezza: il potere dell'immagine che sostiente ed amplifica quello delle parole.

Così potrete trovare sulla bacheca Instagram del Carro di Apollo le foto delle avventure del Carretto (il suo alter ego fumettoso) nella indefessa ricerca dell'Editore perfetto; come anche le immagini dei luoghi del Carro di Apollo o le documentazioni fotografiche dei suoi progressi.

Vi aspettiamo su Instagram!

0 Commenti

Un simpatico ambasciatore: Carretto!

Carretto ovvero la versione fumettosa del romanzo Il Carro di Apollo

Con quel musetto sempre entusiasta, gli occhi appassionati e il corpo scattante, Carretto è balzato alla nostra attenzione da subito come l'ambasciatore perfetto per Sceglimi, la campagna di adozione per il romanzo inedito "Il Carro di Apollo".

La sua straordinaria vitalità e la sua rigenerante curiosità lo porterebbero in capo al mondo e anche oltre pur di perseguire la missione che gli abbiamo affidato: cercare l'Editore perfetto per il romanzo di Patrizia Grotta.

E noi contiamo sinceramente che la sua simpatia possa coinvolgere ognuno di voi nel desiderio di aiutarlo a raggiungere la mèta!

0 Commenti

Ma di che cosa stiamo parlando?

Campagna di adozione per un romanzo in cerca di editore

Il Carro di Apollo è un romanzo inedito, ovvero un romanzo che non è stato ancora preso in carico da un editore che lo abbia dato alle stampe e alla notorietà.

La sua autrice è Patrizia Grotta, una Palermitana che scrive storie da quando aveva nove anni.

"Sceglimi" è la campagna che Ljus av Balarm - la Biografa della Gente comune - progetta e realizza per aiutare il romanzo e la sua autrice ad ottenere una certa fama preventiva così da arrivare alle orecchie e alla curiosità degli Editori. L'autrice, infatti, sa bene che le case editrici ricevono ogni giorno centinaia di proposte di lettura da autori sconosciuti e comprende perfettamente che un Editore non può lanciarsi nel buio. Ed ecco che nasce l'idea:

dare al Carro di Apollo una sua luce ancor prima che l'Editore lo prenda in mano e lo legga, in modo da non essere del tutto sconosciuto!

0 Commenti